Zenzero Comunicazione cucina con lo chef stellato Massimo Spigaroli

No Comments

Quando in Zenzero Comunicazione è giunto il rumor di un progetto di team building, in molti ci siamo chiesti: a cosa potrebbe servire? Non siamo una squadra già sufficientemente affiatata? In realtà, gli scopi del team building sono molteplici: aumentare la produttività di gruppo, consolidare la fiducia nelle persone con cui si divide la scrivania, favorire comunicazione, collaborazione e creatività. Per motivare il proprio team è utile mirare al raggiungimento di un obiettivo comune (goal), che sia la preparazione di una portata per la cena, oppure l’attraversamento di un fiume in piena su un ponte tibetano (NB: questo messaggio non è da intendersi come suggerimento per la prossima attività di team building!).

L’attività che abbiamo svolto è stata sapientemente organizzata da Andrea Aiolfi e dallo staff di Food Valley Travel, che hanno sviluppato il concept del corso di cucina veloce presso la Antica Corte Pallavicina come attività di team building. A far da cornice al nostro workshop è stato appunto il ristorante dei master chef Massimo & Luciano Spigaroli, una location impareggiabile per valore storico e artistico. L’antico castello di origine trecentesca situato a Polesine Parmense è un piccolo gioiello costruito sulle rive del fiume Po, dove si incrociano le provincie di Parma, Piacenza e Cremona.

A metà pomeriggio di martedì 10 settembre abbiamo spento i pc e interrotto le nostre solite attività per recarci in quel di Polesine Parmese, nella terra dove si producono i culatelli. Dopo una primo momento in cui abbiamo potuto ammirare il magnifico podere e gli interni del castello, tutti conservati fedelmente, siamo stati accompagnati nelle cantine, dove i culatelli riposano in attesa di essere pronti per la tavola.

Al mini-tour dell’Antica Corte Pallavicina poi è seguito il momento tanto atteso, quello del workshop di cucina. 17 persone divise in 3 squadre: Ginger Team, Kitchen Warriors e La banda del cucchiaio. Ogni squadra ha preparato un piatto diverso: il Ginger Team, capitanato da Antonio, ha insaccato la carne e prodotto gli strolghini, una prelibatezza tipica delle terre emiliane; i Kitchen Warriors di Silvia hanno impastato farina e pane per preparare gli gnocchi secondo un’antica ricetta medievale; mentre La banda del cucchiaio guidata da Maria Cristina ha tagliato e fritto le verdure. È stato bello vedere che le diverse squadre, complice anche il clima disteso, hanno funzionato al meglio e all’aperitivo abbiamo assaporato strolghini alla brace, accompagnati da verdurine fritte e in pinzimonio e parmigiano reggiano. Un momento di relax e di condivisione davanti a un buon bicchiere di vino bianco. Lo chef stellato Massimo Spigaroli ha fatto personalmente i complimenti alle tre squadre e ci ha omaggiato mostrandoci il procedimento con cui si prepara il culatello: un lavoro fatto di spago, abilità manuale e tanta cura.

Abbandonati grembiuli e fornelli, siamo passati dalla modalità “cuochi” a “commensali” e, sempre guidati dallo chef, ci siamo accomodati nella magnifica sala-cantina confinante con la “nursery” dei culatelli. Abbiamo gustato finalmente gli gnocchi preparati dal gruppo Kitchen Warriors, a cui è seguita l’esplosione di sapori avuta con faraona, culatello e –ovviemente- con dolci e ottimi vini della casa.

Con quest’esperienza abbiamo avuto la possibilità di cementificare i rapporti tra i colleghi e di confermare che una squadra forte come quella di Zenzero Comunicazione può funzionare non solo nel web marketing, ma anche in cucina! In ultimo, il melting pot culturale che caratterizza la nostra agenzia ha potuto conoscere meglio i valori che legano Zenzero Comunicazione alla terra parmigiana, ricca di sapori e grandi tradizioni.

Author: Zenzero Comunicazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>