E-commerce in Italia: a che punto siamo?

No Comments

Carrello con mouse e ItaliaSecondo gli ultimi dati dell’Osservatorio eCommerce B2C-Netcomm, ben 18,8 milioni di persone in Italia sono solite acquistare online – pari a oltre il 60% degli utilizzatori di internet – spendendo ogni anno qualcosa come 19,3 miliardi di euro.

Altre statistiche che “fotografano” la situazione attuale nel nostro paese sono che il 24% degli acquisti (percentuale che, anno dopo anno, aumenta sempre di più) passa attraverso le app di smartphone e tablet, e che complessivamente per il 55% si comprano servizi (es. assicurazioni, biglietti, viaggi) mentre per il restante 45% prodotti (in primis abbigliamento, elettronica, editoria).

Per quanto il settore dell’e-commerce nel nostro paese non solo sembra godere di ottima salute, ma sia caratterizzato anche da cospicui margini di miglioramento, proprio perché si tratta di un mercato relativamente “giovane” occorre approcciarvisi con cautela senza lasciarsi abbagliare dai potenziali ritorni.

Tasto di PC con bandiera italianaCome sottolineato in un’intervista recentemente rilasciata dalla nostra Valentina Pasquali a ProntoPRO, l’e-commerce in Italia sta attraversando oggi una fase di sviluppo la cui vigorosa accelerazione è stata, perlomeno in parte, frutto dell’ingresso sul mercato di grandi colossi internazionali come ad esempio Amazon e Alibaba.

Tutto questo ha generato una crescita che non sempre è stata pienamente consapevole o razionale: l’e-commerce italiano ha bisogno di consolidarsi e affermarsi nella propria identità e la buona notizia è ci sono segnali positivi che denotano che la buona strada è stata imboccata. Uno fra tutti, appunto, l’aumento di anno in anno del numero di acquirenti online e del fatturato complessivo del settore.

 

Author: Zenzero Comunicazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>