Global User Approach: un nuovo modo di concepire e strutturare i siti web

No Comments

La necessità di un rinnovamento

Talvolta accade che, commissionando la realizzazione o il rifacimento del proprio sito web, un business si concentri così tanto sull’ottenimento di un risultato esteticamente piacevole e coerente con l’immagine aziendale da perdere di vista quello che è il reale obiettivo di un website: fornire agli utenti le informazioni e i servizi che cercano e alle aziende un valido strumento per sostenere le loro azioni commerciali.Codice HTML e lente di ingrandimento

Questo approccio top-down e la conseguente, per così dire, “imposizione” del proprio sito ai fruitori forse poteva funzionare in passato, ma con il cambio delle abitudini di utilizzo di internet da parte degli utenti (omnicanalità, approccio multidevice) e le rinnovate esigenze aziendali impongono un cambio di approccio.

Diversi sono i trend e che impongono una evoluzione:

  • L’omnicanalità come abitudine consolidata di utilizzo del web da parte degli utenti
  • La necessità per le aziende di avere uno strumento per sostenere le proprie vendite
  • Il rispetto degli standard qualitativi di Google che sono costantemente in evoluzione
  • La tracciabilità dei risultati: cioè la possibilità per le aziende di ottenere dati sul comportamento degli utenti in tutta la loro esperienza di informazione o acquisto
  • La possibilità di avere una piattaforma web adatta per accogliere tutte le iniziative di web marketing.

Da queste tendenze è nata la necessità di innovare, metodi e approcci nella realizzazione e restyling dei siti web per rispondere alle nuove tendenze e alle aspettative degli utenti. E cosa c’è di meglio dell’analizzare i comportamenti e le preferenze dei futuri utilizzatori, allo scopo di creare secondo la logica “bottom-up” un sito efficace e realmente rispondente alle loro aspettative?

Tanti utenti, un solo sito

Alle necessità di rinnovamento risponde il Global User Approach: un’innovativo metodo di realizzazione dei siti internet proveniente da oltreoceano, a cui Zenzero Comunicazione ha deciso di ispirarsi. Al centro di questo nuovo modo di concepire i website ci sono i futuri utenti finali, con le loro preferenze e i loro comportamenti peculiari: dai semplici visitatori curiosi di saperne di più a quelli che si approcciano al business per acquistarne prodotti o servizi; dagli utenti professionali che interagiscono in ottica B2B ai clienti B2C di lunga data, e via dicendo, abbracciando tutte le categorie di stakeholder che si troveranno a interfacciarsi col sito.

"User Centered Design" e altre scritte intrecciate

Per quanto tutti questi profili possano sembrare così eterogenei, al punto di far pensare che occorrerebbe un sito web specifico per ognuno di essi, in realtà esistono strategie che permettono di soddisfare contemporaneamente tutte le loro esigenze. Ad esempio i siti possono essere dotati di un’area riservata ai clienti business accessibile tramite login e offrire la possibilità di scaricare documentazione tecnica o materiale riservato agli addetti ai lavori, presentando al tempo stesso sezioni divulgative e informative al servizio dell’acquirente finale.

Il tutto, naturalmente, coniugando le esigenze degli utenti web con quelle dell’azienda che deve rispecchiarsi nel sito in termini di immagine e prestigio, trovando il pieno soddisfacimento delle proprie aspettative in termini di grafica, layout e contenuti.

Il Global User Approach… step by step

A livello pratico, il lavoro inizia da un’approfondita analisi iniziale del sito web oggetto di rifacimento, con particolare riferimento alle questioni dell’usabilità, della struttura (tenendo anche in considerazione le logiche SEO) e dei risultati dei Report Analytics. Vengono studiati inoltre i comportamenti degli utenti, le sezioni e le pagine maggiormente visitate, i pattern di navigazione e i device più utilizzati, anche alla luce delle loro eventuali criticità.

È partendo da questa solida base di conoscenze che si procede con la definizione dell’alberatura dei contenuti, risultato di un consistente sforzo di sintesi avente come obiettivo la creazione di un sito che sia realmente in grado di “parlare” a tutti i suoi destinatari.

Tablet, PC, smartphone, computer desktop (disegni)Già in queste prime fasi, con la successiva definizione e testing di un wireframe dinamico responsive, si evince un importante cambiamento: l’introduzione di nuovi step rispetto a quelli che caratterizzano l’approccio standard della realizzazione di un website, che consentono un focus estremamente approfondito e improntato alla praticità sin dai passaggi iniziali del processo.

La realizzazione del wireframe è frutto di un approfondito studio dell’usabilità del sito, tale da esaltare i contenuti maggiormente efficaci in riferimento al device di volta utilizzato dall’utente e che consente di offrire una prima, rappresentativa idea del sito che verrà.

Una volta ricevuta l’approvazione da parte del cliente, partendo da questa solida base si procederà poi alla realizzazione dei contenuti in ottica SEO-friendly e della bozza grafica; il via libera aprirà la strada allo sviluppo front-end e back-end, al testing finale e, infine, alla messa online del sito.

La concretezza del Global User Approach

Oltre a mettere al centro del processo realizzativo gli utenti finali, il Global User Approach tiene anche conto dei cambiamenti di Google e dei motori di ricerca in termini di standard qualitativi, che impongono ai siti internet un costante processo di aggiornamento e perfezionamento per poter rimanere un gradino più in altro rispetto alla concorrenza.

Gesti di mani soddisfatte da acquistiA questo proposito, fondamentale è anche lo studio comparativo dei siti web di aziende dirette concorrenti o appartenenti al medesimo settore, sia per comprendere in che modo operano i competitor che, soprattutto, per approntare strategie che permettano di differenziarsi ed emergere.

A nulla varrebbero, tuttavia, tutti questi accorgimenti se non vi fosse la possibilità di misurarne la reale efficacia: per questo motivo i siti web realizzati con il Global User Approach contemplano parametri misurabili e risultati tracciabili, fondamentali per un razionale processo di valutazione della propria presenza online e fonte di preziose informazioni sia per “aggiustare il tiro” in corso d’opera, sia per lo sviluppo di strategie digitali future. Il tutto senza, naturalmente, dimenticare i fondamentali aspetti di conversione e di ottimizzazione dei ritorni dal web.

 

Author: Zenzero Comunicazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>