Tanti social network… diverse opportunità!

No Comments

Alla fine vi siete arresi e, nonostante lo scetticismo iniziale, avete deciso di dare alla vostra azienda una visibilità sui canali social? Bene. L’evoluzione continua del web richiede un piano di comunicazione strategico, innovativo ed efficace.

Il passo successivo, però, è sapersi muovere nell’universo dei social media e individuare quanti e quali strumenti fanno al caso vostro. Troppo spesso, infatti, si rischia di cadere su scelte errate o scontate, tralasciando piattaforme social che potrebbero dare un valore aggiunto all’immagine aziendale: potrebbe essere controproducente utilizzare esclusivamente Facebook e Twitter, senza tenere in considerazione importanti canali, quali YouTube, Flickr o Linkedin.

YouTube: il Social Network di condivisione video YouTube, ad esempio, permette agli utenti che hanno creato un proprio canale di pubblicare video, la cui durata non può superare i 15 minuti (i video possono essere poi incorporati all’interno del proprio sito). Fondato nel 2005, è attualmente di proprietà di Google e, non dimentichiamo, rappresenta il terzo sito più visitato al mondo.

Flickr: condividi le tue foto!


Flickr
, altro canale multimediale (passato al colosso Yahoo! nel 2005), consente agli iscritti di condividere immagini e foto, che vengono indicizzate con parole chiave e tag. Negli ultimi anni, inoltre, l’upload è stato esteso anche a video di piccole dimensioni.

LinkedIn: crea la tua rete professionale!

Linkedin, infine, rappresenta una piattaforma interessante per fare business e interagire con altri professionisti. Gli iscritti hanno la possibilità di creare una profilo personale con le proprie competenze e creare una lista di collegamenti professionali, nonché seguire le pagine aziendali a cui sono interessati.

Dunque, come utilizzare al meglio questi canali? Dipende dalle esigenze aziendali e dalle strategie che s’intende implementare. Vediamole insieme.

CUSTOMER COMMUNICATION

In termini di comunicazione con i clienti effettivi o potenziali, il migliore tra i tre social network è certamente YouTube, poiché i video costituiscono un canale piuttosto potente per informare, e al contempo, intrattenere gli utenti, garantendo anche un’immediata risposta a eventuali commenti e reclami e dimostrando competenza nell’utilizzo dei canali social.

BRAND EXPOSURE

Se, invece, si desidera focalizzare l’attività social sulla crescita del brand, sia YouTube che Linkedin sono molto efficaci. Il primo è indispensabile per promuovere il marchio aziendale attraverso siti con alto traffico e tramite video di presentazione. Il secondo risulta efficace per comunicare la professionalità e la reputazione dell’azienda, incoraggiando i propri dipendenti a mantenere un profilo aggiornato e completo.

TRAFFICO AL SITO

In questo caso, nessuno dei tre social network garantisce un elevato aumento del traffico, ma sicuramente il principale strumento rimane YouTube: inserire un link al sito nella descrizione dei video può aiutare, ma non necessariamente un aumento delle visualizzazioni del video coincide con un incremento delle visite al sito.

SEO

L’attività di posizionamento sui motori di ricerca (SEO) può essere favorita dall’utilizzo di link nei social network: ad esempio, un video di YouTube o un’immagine di Flickr possono costituire un’importante fonte di link al sito aziendale, poiché questo tipo di collegamenti permette di aumentare notevolmente il ranking sui motori di ricerca. In particolare, gli elementi multimediali caricati su tali canali sono spesso inclusi tra i risultati delle ricerche su Google, aumentando così la visibilità del brand.

In conclusione: progettate l’intervento sui social media con attenzione, scegliendo i network adeguati alle vostre esigenze!

Author: Zenzero Comunicazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>