Facebook: le più importanti novità introdotte nel 2010 dal più discusso dei social network

1 Comment

Nel 2010 Facebook ha introdotto tutta una serie di novità, nuove applicazioni, innovazioni che hanno avuto una notevole influenza sul mondo del web e che stanno indicando sempre più chiaramente quale sia la strada intrapresa da questo social network: sfidare Google nella realizzazione di un ambiente in cui l’utente possa fare tutto, dalle ricerche di pagine web alla gestione del proprio network sociale.

Vediamo quindi nel dettaglio quali sono state queste novità e cosa hanno significato.

Aprile 2010 – il Like Button
A partire da aprile le pagine aziendali su Facebook vedono sostituire in automatico il pulsante “diventa fan” con il pulsante “Mi piace”. Il Like Button inoltre diventa disponibile anche su siti esterni: attraverso l’introduzione di un semplice codice all’interno di una pagina web, ogni contenuto può essere pubblicato dagli utenti Facebook attraverso un semplice click sul pulsante “Mi Piace”. La pagina web diventa automaticamente anche una pagina Facebook a tutti gli effetti e sul profilo personale dell’utente che ha cliccato compare un link alla pagina web.

Implicazioni>> Facebook cerca di inglobare tutto il web e contenerlo al suo interno: ogni pagina web è potenzialmente una pagina Facebook. Attraverso i protocolli Open Graph inoltre Facebook permette a tutti gli sviluppatori di accedere al suo grafo sociale (quello che descrive le connessioni tra le persone, tra persone e pagine , eventi, foto ecc…) e di descrivere i siti con dei tag ad hoc.
Questo significa che Facebook sta proponendo un nuovo modo di ordinare semanticamente il web e si pone in diretta competizione con Google e con il suo modo di organizzare il web tramite la popolarità (pagerank).

Settembre 2010 – Facebook Places
Facebook ha lanciato Places ad agosto negli Stati Uniti
ed è arrivato in Italia tra fine settembre ed inizio ottobre. Si tratta di un’applicazione che permette di aggiungere al proprio status l’aggiornamento che riguarda il luogo in cui ci si trova in quel momento. L’aggiornamento sarà quindi visibile sulla bacheca personale, sul news feed e sulla pagina Places, ed è inoltre possibile taggare gli amici che in quel momento sono nello stesso posto. Con Places, Facebook ha aperto le porte alla geolocalizzazione, sfidando Foursquare e Gowalla.

Implicazioni>> in termini business le piccole imprese del settore ristorazione potranno godere di alcuni benefici da Facebook Places: basterà premiare i clienti con sconti e offerte specialise sono particolarmente affezionati o se fanno il check-in dal locale. E la conferma che anche Facebook voglia andare in questa direzione è arrivata a novembre: il 3 novembre infatti Zuckerberg ha lanciato “Deals” negli Stati Uniti. Si tratta di una funzionalità riservata per ora ad Iphone che permette agli utenti di individuare gli esercizi commerciali (bar, palestre, boutique) che ha nei dintorni, riconoscere quelli che hanno stretto un accordo con Facebook, andare li, fare check-in e usufruire delle offerte speciali.

Ottobre 2010: Facebook + Bing
Facebook e Bing hanno stretto un accordo davvero rivoluzionario
, grazie alla tecnologia Instant Personalization, che cambia il modo di fare ricerche sul web e soprattutto di organizzare i risultati.
Ora gli utenti che fanno una ricerca attraverso il motore interno di Facebook vedranno anche risultati provenienti da Bing (quindi esterni a Facebook)  e organizzati in base agli interessi e alle raccomandazioni dei propri contatti o degli amici dei propri amici. I risultati di ricerca in pratica mostreranno quelle pagine web considerate rilevanti dalla propria rete sociale, sfruttando ovviamente anche le attività fatte attraverso il Like Button e Places.

Implicazioni>> sta per nascere il motore di ricerca sociale. Facebook e Bing hanno infatti annunciato una partnership che permetterà a Bing di mostrare i risultati tenendo conto della rete sociale (amici e profilo Facebook) di chi sta effettuando la ricerca. Questo significa che anche le ricerche all’esterno di Facebook diventeranno social e che in futuro si dovrà fare SEO non più e non solo per i motori di ricerca ma anche per le persone.

Dicembre 2010: introduzione del nuovo profilo personale
Da poco Facebook ha introdotto il nuovo profilo personale, che mette in evidenza tutta una serie di informazioni che prima erano comunque presenti, ma potevano passare in secondo piano. Quali sono queste informazioni? Città natale, città attuale, posizione lavorativa, istruzione, lingue parlate, data di nascita, relazioni. Seguite da una stringa che contiene le ultime 5 foto on cui l’utente è stato taggato. Inoltre sono stati introdotti – e messi in evidenza – tanti nuovi campi da compilare, come la squadra del cuore, gli sport praticati, gli interessi ecc…

Implicazioni>> I nuovi campi informativi da compilare sono molto utili a Facebook per creare pubblicità pay per click targetizzate nel modo più specifico possibile, migliorando l’efficacia della pubblicità a pagamento su Facebook, che va a colpire target sempre più specifici.

In conclusione nel 2010 Facebook ha confermato quello che già si sapeva, ovvero il tentativo di sfidare Google sul campo della ricerca e dell’advertising e ha messo a segno importanti punti per la realizzazione di una piattaforma di sintesi che permetta all’utente di eseguire ricerche e restare in contatto con la propria rete sociale senza dover uscire da Facebook.
Ovviamente in tutto questo Google non è stato a guardare, ma questa è un’altra storia :-)

Author: Zenzero Comunicazione

1 comment

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>